Save the Children lancia la prima "mappa" per descrivere un ...

E stranieri, soprattutto rumeni, albanesi e cinesi, sono anche molti minori lavoratori presenti a Roma e impiegati fino allo sfruttamento grave, in edilizia, nel settore orto-frutticolo, della ristorazione e in piccole aziende artigiane e tessili.
Se Roma è inoltre la provincia ‘forziere’ d’Italia, cioè quella con il più alto numero di minori (697.387), una quota importante rispetto al ‘tesoro’ rappresentato dai quasi 11 milioni di under 18 che vivono nel nostro paese, all’opposto, ultima in classifica, la provincia d’Ogliastra, in Sardegna, con 9.373 bambini.
A Roma si registrano in media 4 anziani per bambino, ma il rapporto diventa di 2 a 1 nell’VIII Municipio, popolato da un’alta percentuale di minori immigrati (14%), mentre nel XVII (Prati, Borgo, Eroi, Della Vittoria), dove la presenza di minori stranieri è ferma al 8%, ci sono ben 6,6 anziani per ogni bambino.
La presenza di minori di cittadinanza non italiana è superiore alla media nei territori dove storicamente si è andata radicando la presenza di comunità immigrate: nel primo municipio (del quale fa parte l’Esquilino) e nel VI (Casilino, Tiburtino, Tuscolano, Prenestino, Collatino) supera il 16%; nel VII (Tuscolano, Centocelle, Alessandrino), nell’VIII (Don Bosco, Torre Spaccata, Torre Angela, Torre Gaia) e nel XX (Tor di Quinto, Cassia) si attesta sul 14%; nel XV (Portuense, Gianicolense, Magliana) raggiunge il 12,6%.

Fonte: www.vita.it

Save the Children lancia la prima "mappa" per descrivere un ...ultima modifica: 2010-11-28T16:10:51+01:00da enzoffds
Reposta per primo quest’articolo