Bossi-Berlusconi, vertice fino a notte

ROMA – Tiene l’asse tra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi, ma il Carroccio pone come condizione per far proseguire la legislatura ed evitare il voto anticipato il via libera ai decreti attuativi del federalismo.
Dall’altro il Senatur con i ministri Roberto Calderoli e Roberto Maroni, i presidenti di Veneto e Piemonte Luca Zaia e Roberto Cota, i capigruppo Marco Reguzzoni e Federico Bricolo e Rosy Mauro, vice presidente del Senato.
Il premier, oltre a ripercorrere tutte quelle che considera incongruenze dell’inchiesta, ha nuovamente attaccato i magistrati di sinistra, ribadendo che l’unico intento di questa indagine è quello di eliminarlo.
Tanto che, se passasse la riforma cara al Carroccio, Pdl e Lega intendono aprire una fase costituente – come ha spiegato Calderoli – con 6 o 7 importanti riforme “condivise” che saranno annunciate dal presidente del Consiglio, previa discussione con i vertici della Lega e nell’Ufficio di presidenza del Pdl.

Fonte: www.repubblica.it

Bossi-Berlusconi, vertice fino a notteultima modifica: 2011-01-22T14:59:35+01:00da enzoffds
Reposta per primo quest’articolo